Italia

Trails

  • Bianca Parco Batteria

    Si parte con un sigle track ricco di curve per immettersi subito su un bellissimo salto con atterraggio scorrevole. Da qui inizia un lungo tratto in controtendenza con curve che portano ad un bivio: a sinistra si va al "muro del pianto", molto tecnico, con notevole pendenza, arricchito da pietre e radici; per chi non se la sente basta andare a destra, dove una variante permette di ricongiungersi al tracciato. Di seguito, un nuovo sigle track, formato da pietre e radici, ci porta all'uscita del bosco, dove ci aspetta il "salto del sasso", uno spettacolare salto naturale, anch'esso evitabile. Si prosegue poi fino al punto di ritrovo.

  • Blu Parco Batteria

    Fiore all'occhiello di Parco Batteria, la blu è una pista che ha accolto rider importanti come Sabrina Jonnier, Mattew Schols e Paolo Viola. Ha difficoltà media, ma permette di raggiungere velocità impressionanti. Il percorso inizia con uno spettacolare single track, con curve e passaggi tecnici, per poi passare alla famigerata pietraia. Una volta arrivati al primo intermedio, inizia la parte veloce. Subito troviamo il salto delle pozze, semplice ma nello stesso tempo tecnico, perché culmina su un letto di radici in lieve contro pendenza, a questo segue una serie di taboga che portano fuori dal bosco. Una volta usciti ci sono una serie di salti, il primo più semplice introduce un drop a cui seguono una serie di curve con appoggio che portano all'arrivo.

  • Gialla Parco Batteria

    La pista gialla parte con single track con curve consecutive molto veloci, alle quali seguono una serie di salti consecutivi che possono evitati dai rider meno esperti. Una volta superati si arriva ad un bivio: a destra si va ad uno spettacolare muro con radici e pietre che mette in difficoltà anche i più esperti, a sinistra si prosegue il sigle track tecnico, che porta fino alla fine del bosco. Qui iniziano una serie di curve in contro pendenza con salti naturali, tutti evitabili, per poi proseguire verso la parte finale, che porta in velocità fino a fine pista.

  • Arancione Parco Batteria

    Si parte con un sigle track insidioso, con passaggi su pietraia, per poi arrivare al primo salto, evitabile dai rider meno esperti. Continuiamo il sigle track ed arriviamo alla parte più spettacolare della pista: una serie di curve portano al passaggio da World cup su un letto di pietre in controtendenza, il tutto arricchito da radici che mettono a dura prova la guida dei rider tutti. Un drop ci porta all'intermedio. Dopo aver ripreso fiato si riparte per un sigle track molto veloce che ci porta alle "scalette", una serie di gradoni naturali ed irregolari che mettono alla prova le sospensione delle bike. Un ultimo sigle track che ci riporta fino a fine pista.

  • Verde Parco Batteria

    Questa pista è nata per avvicinare i più piccoli a questo fantastico sport. Non presenta grosse difficoltà, è formata da un bellissimo sigle track largo con curve, appoggi e qualche passaggio più impegnativo, per mettere alla prova i nostri piccoli rider che scendono già come grandi campioni.

  • Coast Trail

    E' un sentiero nato nel 2011 percio' molto nuovo, prende quel nome perche situato tutto sulla costa del Lago di Garda, panorami mozzafiato su un singletrail di media difficolta' con passaggi tecnici su sassi fissi e smossi, lungo 3 km parte da circa 650mt per arrivare alle Busatte a 150 mt. Chiunque venga a raidare sul Lago deve fare il Coast Trail. Rider : Mirco Montagni

  • Pino Torto Frontignano Bike Park

    tracciato scorrevole e divertente

  • Toboga Frontignano Bike Park

    Discesa divertente ed emozionate

  • Saliere Frontignano Bike Park

    percorso veloce e divertente

  • BananaWay

    Trail che per i primi 300mt viaggia su una vecchia strada sterrata per entrare poi in un veloce singletrail per circa 1 km, poi si allarga a mezzo metro fino alla fine. Trail di media difficolta', presenta dei bei tratti guidati e si alterna con tratti sassosi e sasso fisso. Se siete sul garda e' assolutamente da fare.

  • San Lorenzo Treia

    Pista rivisitata di recente per impossibilità di mantenere la prima metà dell'esistente, i ragazzi del Smile Bike Team hanno fatto un'ottimo lavoro per tirar su' in così poco tempo una pista divertente!

  • Valle delle Streghe Madebike

    Percorso tecnico ed impegnativo con un tratto iniziale composto da salti artificiali in terra che immettono in un primo ripidone al termine del quale del quale si attraversa un ruscello per poi entrare in un vero e proprio natural park

  • Easy Pipe Madebike

    Percorso molto divertente e flow con paraboliche larghee piccoli fun box che permettono di migliorare le proprie abilità di guida

  • Ballon Madebike

    Pista facile e divertente che permette anche ai principianti di provare l'ebrezza di una discesa in mtb.

  • La Preda Val di Sole

    Percorso divertente e scorrevole praticabile anche con bici da freeride, allmountain o enduro

  • Easy Val di Sole

    Percorso scorrevole e veloce adatto a tutti i rider che permette una volta che lo si conosce meglio di apprezzarne il flow mollando i freni.

  • Handwood Swup Campo Felice

    Percorso caratterizzato da più di venti strutture in legno, tra le quali ponti, passerelle, rampe e drop disposte lungo tutta la lunghezza del percorso

  • C Line Swup Campo Felice

    Percorso Freeride più adatto a chi ama la tecnica e non solo la velocità.

  • Chupa Line Swup Campo Felice

    Percorso costruito per l'80% da mezzi meccanici, questa caratteristica lo rende largo, scorrevole e pieno di paraboliche, adatto sia per gli amanti della velocità, sia per chi volesse iniziare a prendere confidenza con questo sport. Questo percorso ha ospitato per la prima volta nel centro italia una tappa di Coppa italia nel 2010

  • Livigno - Pista Rossa

    Pista veloce, con continui toboga e salti, molto divertente

  • Coppa Italia Val di Sole

    Percorso con alcuni tratti in comune con ul tracciato della world cup, è quindi molto impegnativo e consigliato a rider esperti che ambiscono al tricolore

  • Valmarecchia Maiolo (RN)

    La dh è in puro stile "new school" con diverse paraboliche e salti. Dopo un primo tratto pedalato in partenza inizia una sessione di salti doppi in sequenza in stile supercross, per poi continuare nel bosco con una sezione più ripida ed una pietraia artificiale, affiancata da una linea più flow le quali immettono dopo una velocissima parabolica al road gap (4mt di altezza x 7 di lunghezza) fiore all'occhiello del nostro trail. La pista prosegue con una nuova sequenza di paraboliche e salti su fondo di terra per giungere al pratone finale dove in piena velocità si giunge ad un'altra pietraia artificiale che conduce al panettone finale del traguardo.

  • La Faggeta Viterbo (VT)

    Pista divertente, in un'ambiente spettacolare contraddistinto da un'alta faggeta, inizialmente fondo in torba con diverse rocce che creano divertenti scalini e ostacoli da oltrepassare, seguono punti in controtendenza in salita, poi toboga in discesa su terreno più compatto, in generale semplice percorribile anche con bici enduro visti alcuno pezzi in falsopiano l'ideale per iniziare la stagione.

  • Steep Snake Val di Sole

    Percorso tecnico ed impegnativo nel quale sono presenti tutte le asperità e le insidie di un percorso che fanno esaltare la tecnica di guida.

  • Cesane Downhill

    Pista impegnativa, per alcuni tratti Old-style, ma veloce e divertente, unisce torba, roccia, drop, doppi .. un tripudio di emozioni in pochi KM .. io la consiglio .. se non siete mai andati vi perdete un'esperienza mistica :)

  • Cesane Freeride

    Splendido trail che unisce i tratti del freeride classico, alla guida più tecnica tipica del Downhill, ma senza abbandonare mai la velocità.

  • Made For Fun Madebike

    un percorso impegnativo, per i biker più capaci che potranno finalmente scegliere Madesimo anche per l'estate. Si snoda in un sottobosco naturale di rara bellezza che costeggia l'Interpista per poi scendere deciso con una serie di tornanti new school a fianco del muro della pista sino alla stazione di partenza del Lago Azzurro.

  • Crestino Madebike

    Percorso di alto livello costituito da una linea freeride completamente naturale. Si snoda su di un fondo roccioso con numerose passerelle per scavalcare agilmente le zone acquitrinose

  • Larici Madebike

    Un percorso di impegnativo che si snoda all'interno di un bosco do larici. Un primo tratto dentro un pipe naturale con continui cambi di pendenza ed una secondo parte più rocciosa che permette una infinita varietà di linee.

  • World Cup Val di Sole

    Tracciato che ha ospitato piu volte la coppa del mondo di DH, è un percorso molto impegnativo consigliato a rider esperti . Il tracciato e ricco di radici e pietre affioranti che diventano molto scivolose in caso di fondo bagnato.

  • Pietraia Prato Selva

    Il nome "PIETRAIA" già da solo basterebbe. La traccia, particolarmnte challenging, è fondamentalmente costituita dal fondo di un torrente che nella stagione estiva si secca completamnete, laciando scoperto un rock garden naturale molto insidoso. Tanto il rider quanto il mezzo meccanico vengono messi a dura prova dall'inizio alla fine del trail che, per quanto breve, se affrontato senza la dovuta preparazione può avere effetti molto deleteri.

  • NUSENNA (SI)

    Nusenna, la tecnica e tenace immersa in quel di Chianti. Location toscana in casa Ancillotti ha riscosso un gran numero di partenti dominati dal pilota di casa Mario Milani (Ancillotti) scatenato che mette in riga riders di alto livello. Come sempre precisa ed attenta l'organizzazione.

  • Toboga Prato Selva

    Trail scorrevole caratterizzato da appoggi naturali, tratti con radici, drop artificiali (fra cui anche un roadgap) e salti, chicken lines naturali a tratti medialmente tecnici si alternano sezioni molto flow, fra cui la bellissima parte centrale chiamata anche "multilinea" o "gardaland", ricca di incroci, dossi e sponde naturali. Da questo trail partono le varianti "Clorofilla" e "Pietraia". Tutti gli stunt sono evitabili attraverso varianti o chiken lines. Il muro iniziale può essere evitato percorrendo il primo tratto della "Babetta".

  • Clorofilla Prato Selva

    l nome Clorofilla vuole rendere omaggio al famoso action video interamente girato in Abruzzo dalla crew degli Opachee. Lungo il trail sono presenti strutture Northshore classiche fra le quali l'enorme "Bascula", alcuni drop, un breve skinny ed il "muro artificiale". Particolarmente gustoso anche se percorso evitando gli stunt artificiali. Si raccomanda vivamente di valutare attentamente gli ostacoli , sulla base delle proprie capacità tecniche, prima di affrontarli.

  • Poetica Prato Selva

    Magnifico trail particolarmente scorrevole e caratterizzato da un notevole flow. La presenza di sponde e di salti non eccessivi lo rende molto veloce ed esaltante per i biker più esperti, mentre per i principianti costituice il giusto terreno di gioco per imparare ad affrontare le prime difficoltà. Dopo un periodo particolarmente secco il fondo tende a diventare sabbioso nei punti dove si spinge di più, mentre le prime piogge possono rendere il trail molto insidioso e più adatto a rider smaliziati (il terreno comunque drena molto bene ed asciuga abbastanza velocemente). Tutti i salti e l'unico muro sono evitabili percorrendo varianti easy o chicken lines.